Il Vangelo di Gesù Cristo

“Se l’uomo potesse fare a modo suo, il piano di salvezza sarebbe un conflitto infinito e sanguinoso. In realtà, la salvezza non ci è giunta attraverso il pugno di Gesù, ma dalle sue mani forate dai chiodi; non dai muscoli, ma dall’amore; non con la vendetta ma col perdono; non con la forza ma col sacrificio. Gesù Cristo nostro Signore si è arreso per poter vincere; ha distrutto i suoi nemici morendo per loro e ha conquistato la morte permettendo alla morte di conquistarlo”.  A.W. Tozer

1. Il Vangelo è la buona notizia di Gesù Cristo.

2. Il Vangelo è una buona notizia, perché è la potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede. 

Perché dovrei essere salvato?
La storia ha inizio quando Dio creò l’uomo a sua immagine affinché vivesse in comunione con Lui. Ma l’uomo commise il peccato ascoltando la voce sbagliata e cadde facendo la sola cosa che Dio gli aveva proibito di fare. La ribellione dell’uomo contro il comandamento di Dio è il motivo per cui tutta l’umanità oggi è sotto il potere di Satana. Il prezzo del peccato sono la morte e la separazione da un Dio santo e giusto in un’eternità di tormenti.  

Dio ama gli uomini, e vuole ancora avere una relazione con loro. Il peccato però impedisce questa relazione e il destino del genere umano è segnato. L’umanità non può salvare se stessa ma Dio salva l’umanità attraverso Gesù Cristo, che è Dio fatto uomo. Gesù nasce come uomo e vive una vita perfetta e senza peccato. Muore prendendo su di Sé il castigo per il mio e il tuo peccato. Diventa l’agnello sacrificale di Dio che toglie il peccato dal mondo. Risorge il terzo giorno, perché la morte non può trattenerlo e Gesù ha dato la sua vita spontaneamente: “Nessuno me la toglie, ma la depongo da me stesso; io ho il potere di deporla e il potere di prenderla di nuovo” (Giovanni 10:28)

Come faccio a essere salvato?

La salvezza è un processo, non qualcosa che accade in un istante con una confessione di fede o un’alzata di mano.

La salvezza inizia  quando Dio attira a sé un peccatore, il quale si ravvede dei suoi peccati, crede in Gesù e lo dimostra ubbidendo a quello che Gesù ci ha comandato di fare: si battezza in acqua, riceve lo Spirito Santo, mette in pratica il Grande Mandato (predicare, guarire i malati, cacciare i demoni…) e cammina in santità guidato dallo Spirito fino alla fine della sua vita su questa terra.

Credere col cuore e confessare con le tue labbra che Gesù è il Signore è qualcosa di molto più concreto che solo parole. LA VERA FEDE E’ PRATICA!

1. Ravvediti, riconoscendo di aver peccato e di non essere in grado di salvare te stesso. Allontanati dal peccato e dal tuo modo di vivere e inizia a seguire Gesù. 

2. Sii battezzato in Cristo per immersione in acqua.

3. Sii riempito di Spirito Santo, lasciando che Gesù ti battezzi nello Spirito. Ricevi la potenza di testimoniare e verrai usato da Dio nel sovrannaturale.  

4. Ora sei parte della Chiesa, cioè del Corpo di Cristo su questa terra. Condividi la tua vita con altri discepoli di Gesù adorando Dio, servendovi gli uni gli altri e servendo il mondo. 

2 Corinzi 6:2

“Perché egli dice: «Io ti ho esaudito nel tempo favorevole e ti ho soccorso nel giorno della salvezza». Ecco ora il tempo favorevole, ecco ora il giorno della salvezza.”

I credenti continuano a peccare tutta la vita? Siamo schiavi perenni del peccato – salvati per grazia? Cosa dice la Bibbia su questo?